Stratocaster American Vintage '57 Reissue

Stratocaster American Vintage '57 Reissue

Caratteristiche tecniche

Per il corpo la scelta può essere tra l'ontano e il più leggero frassino. Il manico, dalla forma a V, è realizzato in un unico pezzo di acero. Veramente molto fluido, scorrevole e comodo. Ma ovviamente quì siamo nel campo delle opinioni personali, che più personali non si può! Stesso legno per la tastiera, che presenta 21 tasti Jumbo, Vintage style e un'action piacevolmente bassa, almeno nel modello in prova. Il battipenna è a singolo strato.

Elettronica

3 pickup serie 57/62, con un nuovo tipo di magnete, ovviamente Reissue. I controlli sono i soliti tre caratteristici delle Stratocaster: 1 master volume e 2 manopole per il tono. Leva a tre posizioni per la scelta dei pickup da attivare ma è incluso anche un kit, con tanto di predisposizione, per il montaggio di una leva a 5 posizioni.

Hardware e setup iniziale

Il ponte è un tremolo sincronizzato Vintage a due punti di ancoraggio ed è dotato di una copertura denominata "Ash Tray". Anche le meccaniche, Fender/Gotoh, sono Vintage style, con hardware cromato. Il setup iniziale sembra molto valido già a prima vista, segno di una cura che Fender ha voluto porre su una serie di strumenti certo non economici.

Tweed hardshell - La custodia è una replica perfetta dell'originale

Pulito

Molto bello, perfetto per il Jazz. Accoppiato con un leggerissimo overdrive e un po' di chorus può tirar fuori veramente un bel timbro, molto armonico e con un buon sustain. Anche se è facile da risolvere trovando il compromesso giusto tra il volume dello strumento e quello dell'ampli, un certo ronzio di fondo, comunque, è piuttosto presente.

Distorsione

Se si è alla ricerca di una chitarra per il Rock duro o comunque con un timbro aperto e brillante, la '57 non è lo strumento giusto. Bella invece la distorsione e il timbro in generale per un bel Blues, che, a mio parere, è il territorio di caccia preferito, con la sua preferenza per i suoni caldi e corposi.

Opinione generale

Senza alcun dubbio, come tutti i modelli di questa serie, ottimo l'assemblaggio e le rifiniture generali. Tutto molto ben curato e realizzato. Bellissima la verniciatura. Molto convincente il suono pulito, personale e coinvolgente. Per quanto riguarda la distorsione è necessario trovare un buon appoggio in un ampli valvolare o in un pedale di qualità se si è alla ricerca di una distorsione potente. Comunque per cose non particolarmente spinte o per il Blues in generale l'humbucker può fare un ottimo lavoro.
Il prezzo è importante, ma l'American Vintage '57 è dotata di tante qualità e anche di un notevole fascino. Dentro e fuori. Normale che non costi poco.

Altre recensioni

Chitarre

Effetti

Amplificatori chitarra

Registratori digitali Multitraccia

Registratori Portatili