Home Amplificatori Fender Vintage Modified

Amplificatore Fender Vintage Modified Super Champ XD : Recensione

Fender Super Champ XD
Fender Super Champ XD dietro

Vuole essere la proposta (o una delle proposte) Fender, per un ibrido (valvole per il pre e stato solido per il finale) dalle linee classiche, con controlli semplici e immediati, due canali, una sezione effetti piuttosto completa e anche un emulatore di speaker. Tutto in un combo da 10" leggero e facilmente trasportabile, ad un prezzo che non si può che considerare ottimo, visti gli standard Fender a cui siamo normalmente abituati. 450 Euro per un amplificatore della casa americana, di buona qualità costruttiva e con tutte queste caratteristiche non ci sembrano per niente eccessivi. Le premesse sono quindi tutte a favore del Super Champ, che si presenta sicuramente bene! Va beh, uno dice. Le premesse sono ottime. Il prezzo, considerando valvole, effetti e speaker emulator (mah io a questi speaker emulator credo poco) fanno ben sperare.
Vediamo!

Speaker emulator

Questo strumentino "imita" 16 differenti amplificatori che permettono di veleggiare, secondo la casa americana, tra puliti e distorsioni fantastiche, come se fossero noccioline. La mia sensazione, appena acceso lo strumentino, è la stessa che provo con tutti i vari speaker emulator presenti in circolazione, compreso il famoso POD a fagiolo e il fratello più grande a rack. Non mi convincono. Ma devo dire che io sono prevenuto. Il risultato comunque, nell'insieme, è buono.

Caratteristiche generali

1 12AX7 per il pre e 2 6V6 a stato solido per il finale e la distorsione. Secondo Fender questa soluzione risolve molti dei problemi generati dalle valvole (!!) e genera straordinarie saturazioni in grado di impressionare (aggiungo io) anche Van Halen! Ho dei dubbi anche sulle 2 12AX7. In rete ho letto diversi commenti sul fatto che una di queste valvole viene usata come invertitore di fase, e non nella generazione del suono. Nella sostanza il Super Champ non si può considerare veramente valvolare, ma, a parte il phase inverter, completamente a stato solido e con una generazione del suono digitale. Va beh, nella pratica il pulito è carino. Caldo, dotato di buone medie e con un discreto numero di armoniche. Con l'aggiunta di un po di riverbero e un discreto delay suona bene. I distorti, per quanto mi riguarda, sono validi. Certo, messi a confronto con un ampli di classe superiore la differenza si sente. Ma è differente anche il prezzo. Comunque in generale non è male e lavorando sui controlli, semplici e immediati, si ottengono buoni risultati anche sulle saturazioni.

DSP

Molto ricco.
16 effetti (Vibratone Slow/Fast, Delay 130/300/450ms, Reverb (Large Room, Concert Hall, Spring, +Delay), Chorus (Fast, Deep, +Delay, +Reverb), Tremolo (Low/Medium/High Speed).
La qualità è buona.

Equalizzatore

Semplice semplice. Voice, alti e bassi. Il range di intervento è valido.

Pedale di controllo

Non è compreso nel prezzo. A richiesta si può avere con 2 switch. Uno per il cambio tra i due canali e l'altro per l'accensione e lo spegnimento del DSP.

Conclusioni

Tralasciando i proclami un pò troppo entusiastici con cui è stato lanciato questo ampli, ma il marketing è giusto che lo facciano tutti, il mio personalissimo giudizio è che, considerando il prezzo di 455 euro, il discorso quadra. A questo prezzo è difficile trovare un combo con una buona qualità del suono, una ricca sezione effetti onboard e la garanzia di qualità che comunque Fender offre sempre ai suoi clienti. Insomma, il rapporto qualità prezzo a me sembra essere ottimo. Sgomberiamo subito il campo, però, dalle mistificazioni. Non è valvolare, ma a stato solido. Il risultato, però, è ottimo. Se si vuole un buon combo, magari da portare in giro senza tanti patemi o per studiare, questo Super Champ può essere un'ottima scelta.

Altre recensioni

Amplificatori chitarra

  • Fender
    Band Master VM

    Un ibrido con una buona flessibilità e un prezzo interessante. 3 effetti digitali di qualità e una buona distorsione.

  • Fender
    Blues Deluxe Reissue

    Dopo il 4/5 del volume, diventa più crunch, ma sempre definito e chiaro. Assolutamente il classico pulito Fender.

  • Roland
    Cube Lite

    E' stato pensato sostanzialmente per funzionare insieme con un dispositivo di Apple. Può essere un'iPhone, un iPad o un iPod touch, con l'i-CUBE LINK. L'app gratuita CUBE JAM per iOS può essere considerata il cuore del Cube Lite.

Effetti

Chitarre

Registratori digitali Multitraccia

Registratori Portatili